Le voci mute

Sono nata

come da un filo spezzato

caduta nel mondo.

E la tristezza

subito mi era amica

viandante sorella

Vivevo solo

attraverso le voci

di donne ormai mute

Sentivo piano

il richiamo del loro

dolore perduto

Mi nascosi paurosa

in panni non miei

fino a soffocare

Dopo molto tempo

capii la mia prigionia

densa e fasulla

E fui pronta

a riprendere in mano

quel filo spezzato,

dalle voci mute

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...